• Alessio Borromeo

Come vivere con due cani (ma anche con tre, quattro…) - Nozioni di base

Aggiornato il: 26 apr 2019


No, non sarà il solito articolo tipo: arriva un cucciolo, cosa devo fare se ho già un altro cane. Di articoli così è pieno il mondo, è pieno il web, è pieno. Ormai lo sapete a memoria cosa dovete fare se arriva in famiglia un secondo cane. Secondo me lo sapete anche se non avete un cane, se vi piacciono i canarini, se di mestiere mungete le mucche o lavorate come glaciologi sulla calotta polare della Groenlandia. Ma lo sapete anche se siete un Dottore Commercialista che odia i cani e che quando torna a casa e si leva la giacca e la cravatta vuole solo farsi uno Scotch guardando una replica di Dr. House sul suo divano in alcantara. E allora di cosa parleremo? Non lo so bene neppure io, mentre scrivo lo scopriremo. Tendenzialmente si parlerà di come vivere con due cani ma anche con tre, quattro. Ah, si, lo dicevo già nel titolo. Ok.

Nozioni di base: due cani sono due cani (davvero?).


Per dire che due cani sono due cani, non sono un branco, tutt'al più sono un coppia. Che poi una coppia non è certo da intendersi come la intendiamo noi umani: non hanno scelto loro di vivere insieme, non si sono fidanzati, non hanno acceso un mutuo (poi qualcuno i spiegherà perché i mutui si accendono!) e non hanno deciso loro di andare a vivere sotto lo stesso tetto raccontandosi le favole al lume del focolare quando viene sera. Quindi, se proprio vogliamo, due cani sono una coppia nel senso che sono due, ed essere una coppia non vuol dire essere un branco.

Le regole del branco non sono quelle della coppia, le dinamiche relazionali all'interno di un branco non sono le dinamiche di coppia e potrei proseguire, ma non è di questo che stiamo parlando. Quindi quando al parchetto trovate il tamarro con due cani che: 'bella zi, guarda che bbbranco che ccc'ho?!' Ecco, voi ditegli che no. Questi vi risponderà che: '...zzo no?! Oh, abbassa sto sguardo fratella!'

A quel punto decidete se aprire una dissertazione etologica oppure rispondergli a tono: 'spaghetti funk a palla, bella di padella!' per poi abbandonare velocemente il parchetto e tenendo per voi la vostra cultura etologica.

Perle ai porci.

Bene, abbiamo capito che due cani sono due cani, ma come si vive con due cani?

Vi svelo un bat-segreto: Come si viveva con uno!


E dico davvero, non arrovellatevi il cervello, non ce n'è bisogno; non chiedete alla vostra amica laureata in Zootecnia e benessere animale, non serve. Quattro stupidate e la vita continuerà ad essere serena (perché si dice sempre quattro anche quando le cose sono due oppure nove, non so…).

Date al cane precedente le stesse attenzioni che gli davate prima. Se prima era il cocco di mammà continuerà ad essere il cocco di mammà, se dovete diminuire un minimo le attenzioni nei suoi confronti fatelo in maniera graduale.

Fate in modo, almeno inizialmente, che non ci siano occasioni per entrare in conflitto con il nuovo arrivato. Se aveva la sua cuccia in quel posto li continuerà ad avere la sua cuccia esattamente dove era prima.

Se saliva sul letto continuerà a salire sul letto (e l'altro no).

Se alle 18.43, tutti i santi giorni, lo portavate fuori 45 minuti per giocare a tira e molla continuerete, tutti i santi giorni, esattamente alle 18.43, a portarlo fuori per 45 minuti e giocherete a tira e molla.

Per l'altro potrebbe essere l'occasione per imparare a stare a casa da solo o in macchina ad aspettarvi.

Fate in modo, inizialmente, che il cane che già c'era riceva la sua ciotola (ma proprio la sua) esattamente dove la riceveva prima e con lo stesso rito. Se opportuno fatelo mangiare prima del nuovo arrivato.

Nel frattempo insegnerete al nuovo cane ad attendere con calma il proprio turno.

Questo non vuol affatto dire che - dopo i primi giorni - i cani non possano mangiare insieme, nello stesso luogo, contemporaneamente. Anzi, è auspicabile questo accada.

Fate in modo che ciò che per il vecchio cane era una risorsa importante rimanga “di sua proprietà”.

Sarà il tempo, l'affiatamento tra i due, e saranno loro stessi a decidere se condividere proprio tutto tutto, oppure no.

Vi ho detto quattro cose. Giuro, ne aggiungo solo una: Fateli camminare insieme, non avete idea di quanto le passeggiate di coppia servano ad aumentare l'affiatamento.

Li avete visti anche voi i ragazzi tenersi per mano e passeggiare sul Ponte Vecchio, no? Uguale.

Si potrebbe aggiungere altro ma come nozioni di base mi paiono sufficienti. Bella zi!


13 visualizzazioni

© 2020 - Tutti i diritti sono riservati.
Balanced Dogs di Alessio Borromeo

P.IVA IT 01590050199

  • Instagram - Black Circle
  • Facebook - Black Circle
  • YouTube - Black Circle